Riffelsee (2’800m) + Gornergrat (3’135m)

Data: 24 settembre 2015
Partenza: Svizzera, Vallese, Mattertal, Zermatt
Difficoltà: T2
Dislivello: 424 m
Lunghezza: 3.4 km
Tempi (soste comprese): 1h (da Rotenboden a Gornergrat)
Tragitto e profilo: vai alla cartina su SvizzeraMobile

Carpe diem…
Si prevedono 4 giorni di tempo splendido e sono anni che desidero (meglio dire che rompo le balle!) vedere dal vivo una cosa…quale?
La montagna più bella della Svizzera e oserei dire anche del mondo: il Matterhorn/Cervino.
Mauro accoglie con entusiasmo la mia ennesima proposta! 🙂
Detto fatto riserviamo un appartamento a Zermatt per tre notti e si va!
Arrivati a Täsch parcheggiamo l’auto nell’autosilo della stazione, acquistiamo (un salasso) il Pass che dà diritto all’utilizzo illimitato di tutti gli impianti per 4 giorni e prendiamo il trenino che ci porta a Zermatt. In breve scoviamo l’appartamento, sistemiamo i bagagli e partiamo subito alla scoperta della zona. La giornata è splendida e scegliamo la cremagliera della Gornergrat Bahn come prima esperienza.
Il trenino parte dal centro del paese, proprio di fronte alla stazione principale di Zermatt.
Lì accanto c’è pure un supermercato dove acquistiamo il necessario per l’imminente pranzo al sacco.
La carrozza è poco affollata, in questo periodo a Zermatt è bassa stagione, molti alberghi sono chiusi, gira poca gente e la cosa a dire il vero non ci dispiace affatto.
Scendiamo alla fermata di Rotenboden, pochi passi e alcuni minuti più tardi abbiamo il privilegio di osservare uno spettacolo da cartolina, il Riffelsee riflette magicamente il Matterhorn e la visione non può che lasciarci a bocca aperta. I “wow” si sprecano, le foto pure…che meraviglia delle meraviglie!
Mi sento quasi in obbligo di mandare subito un reportage fotografico ai colleghi inchiodati in ufficio…non per altruismo, solo per farli sbavare d’invidia! Ahah 🙂
Nella zona notiamo un sacco di marmotte per nulla impaurite, restano ferme di fronte alle loro tane e si lasciano avvicinare fino a 1-2 metri, vanitose…fotografarle è cosa facile.
Ci accomodiamo ai margini del laghetto per un pic-nic con vista mozzafiato e poi, per non sentirci troppo in colpa, saliamo a piedi fino alla Gornergrat impiegando circa un’oretta.
Dai 3’135m della Gornergrat il panorama è spettacolare soprattutto in direzione del vicino massiccio del Monte Rosa e della lingua di ghiacciaio che da esso si stacca per scendere nella vallata sottostante. Dopo aver scattato altre numerose foto, prendiamo il trenino e torniamo a Zermatt super felici del nostro primo pomeriggio in quota.
Non potevamo iniziare in modo migliore, speriamo di essere altrettanto fortunati nei giorni a venire.

Ulteriori informazioni le potete trovare sul sito internet ufficiale dell’Ente turistico di Zermatt.

Questo è stato il nostro itinerario:

Rotenboden (2815 m) – Riffelsee (2800 m) – Gornergrat (3135 m).

(scritto da: Ale)

« 1 di 2 »